LI285

GROTTA DEL PORTORO

Primo censitore
CIGNA A.
Regione
LIGURIA
Provincia
SP
Comune
PORTOVENERE
Località
ISOLA PALMARIA
Dimensioni
Sviluppo reale
0
Sviluppo planimetrico
10
Estensione
0
Dislivello positivo
15
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
15
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4876219
Longitudine
1567726
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota altimetrica
70
Quota GPS
0
Valutazione dato
BARBAGELATA
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Gruppi
GRUPPO GROTTE MILANO
Descrizione
La cavità ha sviluppo fusiforme con diametro da m 10 a m 15, alta m 15 (la parte naturale). L'ingresso è artificiale ed è costituito da un pozzo ricavato forando il diaframma roccioso situato tra la sommità del fuso e la superficie topografica esterna. Per accedervi è più comodo tuttavia seguire la galleria di cava che raggiunge la cavità alla base. E' un esempio di cavità carsica isolata, senza aperture naturali verso l'esterno. All'atto della visita, nell'agosto 1956, la parte naturale era ancora nettamente distinguibile dagli allargamenti artificiali.
Itinerario
Dal Semaforo seguire il sentiero come per la 284 Li, proseguendo la discesa lungo il sentiero fino a quota 50; poi attraverso una breve galleria artificiale si supera uno sperone di roccia; si raggiunge quindi la cavità attraverso la galleria della cava di marmo, in direzione Est.
1{_"REGIONE":"LI","PROV":"SP","NUM":"285","SPECIF":"1","DATAGG":null,"DRILEV":"1987-12-31","NOME":"GROTTA DEL PORTORO","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"PORTOVENERE","LOCAL":"ISOLA PALMARIA","ACAR":"LAMA DI LA SPEZIA","ACARCOD":"SP38,SP38","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":null,"SVILRE":"0","SVILPLAN":"10","ESTEN":"0","DPOS":"15","DNEG":"0","DTOT":"15","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4876219","longitude":"1567726","DC_01":"95 II SE LERICI","SC_01":"0","AE_01":"0","QA_01":"70","QC_01":null,"VD_01":"BARBAGELATA","IDRO":null,"RILEVATORI":"CIGNA A.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"GRUPPO GROTTE MILANO","NOTE":null,"NOTE2":null,"RCS":null,"ITINERARIO":"Dal Semaforo seguire il sentiero come per la 284 Li, proseguendo la discesa lungo il sentiero fino a quota 50; poi attraverso una breve galleria artificiale si supera uno sperone di roccia; si raggiunge quindi la cavit\u00e0 attraverso la galleria della cava di marmo, in direzione Est.","DESCRIZIONE":"La cavit\u00e0 ha sviluppo fusiforme con diametro da m 10 a m 15, alta m 15 (la parte naturale). L'ingresso \u00e8 artificiale ed \u00e8 costituito da un pozzo ricavato forando il diaframma roccioso situato tra la sommit\u00e0 del fuso e la superficie topografica esterna. Per accedervi \u00e8 pi\u00f9 comodo tuttavia seguire la galleria di cava che raggiunge la cavit\u00e0 alla base. E' un esempio di cavit\u00e0 carsica isolata, senza aperture naturali verso l'esterno. All'atto della visita, nell'agosto 1956, la parte naturale era ancora nettamente distinguibile dagli allargamenti artificiali.","recordinsert":"2010-07-10 01:30:16","recordupdate":"2014-12-06 21:05:45","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Itinerario e Descrizione da Catasto Zoia","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
06/12/2014

Coordinate:

Bibliografia

1967Ricerche speleologiche nelle isole Palmaria, del Tino e del TinettoCIGNA Arrigo, GIORCELLI A., TOZZI CarloVisualizza

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento