LI2110

GROTTA DELLA BOMBA

Primo censitore
PESCIO LUCA
Regione
LIGURIA
Provincia
SV
Comune
MAGLIOLO
Località
PRATO DEL RATTO
Monte
BRIC IL PIZZO
Valle
RIO VALLONE
Area carsica
Formazione geologica
SPM DOLOMIE DI SAN PETRO DEI MONTI
Dimensioni
Sviluppo reale
19
Sviluppo planimetrico
19
Dislivello negativo
8
Dislivello totale
8
Posizione dell'ingresso
Latitudine
44.21134
Longitudine
8.20521
Tipo di coordinate
GPS Geografiche WGS84
Quota altimetrica
683
Quota GPS
686
Valutazione dato
GPS del 13/10/2020 precisione 3m
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Posizione verificata sul campo da curatore
Simone Baglietto
Data ultima verifica sul campo
03/11/2020 00:00:00
Idrologia
solo stillicidio
Andamento
ORRIZZONTALE LEGGERA DISCESA
Percorribilità
FACILE
Gruppi
GRUPPO GROTTE BORGIO VEREZZI SEZ Cai Finale Ligure
Cronologia catastale
1999 Pescio Luca
2002 Chiarelli / Vinai
2020 Simone Baglietto
Descrizione
L'ampio e scosceso ingresso dopo una discesa di un paio di metri immette in un basso passaggio con un saltino, alla base del saltino ci si trova in una sala discendente impostata su frattura con il pavimento formato da materiale clastico, al fondo della sala una disostruzione ha permesso di procedere in altro ambiente modesto, chiuso per il momento ancora da detrito.
Itinerario
Partendo dall'ingresso della Grotta di Rio Vallone procedere in direzione nord in salita verso evidenti affioramenti calcarei, percorsi circa 50m lungo il pendio in salita dietro ad una roccia affiorante si apre l'evidente ingresso della Grotta della Bomba.
Sequenza pozzi
No
Fauna
No
Meteorologia
nessuna circolazione
Geologia
Cavità impostata su evidente linea di frattura, l'ingresso a mo di carsena fa supporre che possa essere stato il paleo inghiottitoio del Rio Isoppo poco sotto il contatto con il sovrastante affioramento di Porfiroidi, le erosioni sulle pareti della grotta testimoniano scorrimenti importanti, non legati al micro carsismo della vicina grotta del Rio Vallone.
Nella vicinanze della grotta della bomba sono presenti forti assorbimenti diffusi e grandi campi di grossi Karren molto sviluppati con profondità talvolta superiori al metro.
Attualmente la cavità chiude con riempimento di tipo alluvionale.
Storia
Il toponimo dato alla grotta non viene per caso, ma per via di un rinvenimento di una bomba a mano della seconda guerra mondiale nei pressi della grotta, in tutta l'area di questa zona spesso si ritrovano residuati bellici, frutto dei combattimenti tra la resistenza Partigiana e le truppe Tedesche e Fasciste che spesso bombardavano la zona usando l'artiglieria.

Immagine ingresso
Autori immagine ingresso
Simone Baglietto
Autori testi descrizione
Chiarelli Alberto
Autori testi Itinerario
Simone Baglietto
Dati compilazione
Data importazione
17/11/2020
Utente che ha inserito i dati
simonebaglietto
Utente che ha aggiornato i dati
simonebaglietto
Ultima modifica dei dati
17/11/2020

Coordinate:

Scarica scheda per l'aggiornamento