LI931

GROTTA SORGENTE DELLA MADONNA

Primo censitore
PALAZZOLO Y.
Regione
LIGURIA
Provincia
GE
Località
SORGENTE TORRENTE REPPIA
Dimensioni
Sviluppo reale
27.5
Sviluppo planimetrico
0
Estensione
0
Dislivello positivo
7
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
7
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4915082
Longitudine
1537030
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota cartografica
755
Quota GPS
1994
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Posizione verificata sul campo da curatore
X
Data ultima verifica sul campo
25/08/2007 00:00:00
Idrologia
assorbente,emittente
Andamento
ORIZZONTALE
Percorribilità
DI FACILE PROGRESSIONE ANCHE SE IN PARTE IN ACQUA
Gruppi
G.S.L. A. ISSEL
Note

captata da agricoltori locali mediante condotta in polietilene che occorre seguire partendo dalla strada, risalendo il rivo sempre ricco d'acqua
Descrizione
Cavità impostata su diaclasi intersecantesi abbastanza stretta all'inizio ed allargantesi verso il fondo. E' tutta percorsa da un ruscello. Fa eccezione un ramo in forte salita piuttosto fangoso ed umido che si distacca verso il fondo. Sul fondo la fessura dove scorre il ruscello diventa impraticabile. Assenza di concrezioni.
Itinerario
Val Graveglia. Da Reppia giungere ai Casoni di Chiappozzo. Di qui prendere il sentiero che va verso il Monte Zatta mantenendosi in piano. Si noterà che a Q. 827 incontra un'altra mulattiera proveniente da Case Soprane. Proseguire ancora verso il Monte Zatta e ad un certo punto seguire il sentierino che porta alla casetta diroccata segnata sulla carta con Q 820. Percorrerlo fino a giungere nel primo fossato. Giunti in questo scendere fino al torrente Reppia. La grotta si apre sulla sinistra idrografica del torrente Reppia circa dieci metri più in giù della confluenza col fossato. E' ben visibile l'acqua che fuoriesce dall'ingresso che invece è piuttosto complesso e poco appariscente.

Immagine ingresso
1{_"REGIONE":"LI","PROV":"GE","NUM":"931","SPECIF":"1","DATAGG":"2013-05-07","DRILEV":"1987-12-31","NOME":"GROTTA SORGENTE DELLA MADONNA","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":null,"LOCAL":"SORGENTE TORRENTE REPPIA","ACAR":"ALTA VAL GRAVEGLIA","ACARCOD":"GE36,GE36","FM":null,"FMCOD":"CAL","AGE":null,"SVILRE":"27.5","SVILPLAN":"0","ESTEN":"0","DPOS":"7","DNEG":"0","DTOT":"7","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4915082","longitude":"1537030","DC_01":"232-4 LAVAGNA","SC_01":null,"AE_01":"1994","QA_01":null,"QC_01":"755","VD_01":null,"IDRO":"assorbente-emittente","RILEVATORI":"PALAZZOLO Y.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"G.S.L. A. ISSEL","NOTE":null,"NOTE2":"captata da agricoltori locali mediante condotta in polietilene che occorre seguire partendo dalla strada, risalendo il rivo sempre ricco d'acqua","RCS":null,"ITINERARIO":"Val Graveglia. Da Reppia giungere ai Casoni di Chiappozzo. Di qui prendere il sentiero che va verso il Monte Zatta mantenendosi in piano. Si noter\u00e0 che a Q. 827 incontra un'altra mulattiera proveniente da Case Soprane. Proseguire ancora verso il Monte Zatta e ad un certo punto seguire il sentierino che porta alla casetta diroccata segnata sulla carta con Q 820. Percorrerlo fino a giungere nel primo fossato. Giunti in questo scendere fino al torrente Reppia. La grotta si apre sulla sinistra idrografica del torrente Reppia circa dieci metri pi\u00f9 in gi\u00f9 della confluenza col fossato. E' ben visibile l'acqua che fuoriesce dall'ingresso che invece \u00e8 piuttosto complesso e poco appariscente.","DESCRIZIONE":"Cavit\u00e0 impostata su diaclasi intersecantesi abbastanza stretta all'inizio ed allargantesi verso il fondo. E' tutta percorsa da un ruscello. Fa eccezione un ramo in forte salita piuttosto fangoso ed umido che si distacca verso il fondo. Sul fondo la fessura dove scorre il ruscello diventa impraticabile. Assenza di concrezioni.","PERCORRIBILITA":"DI FACILE PROGRESSIONE ANCHE SE IN PARTE IN ACQUA","recordinsert":"2010-07-10 01:32:00","recordupdate":"2015-03-22 17:48:06","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Itinerario e Descrizione da Catasto Zoia","ANDAMENTO":"ORIZZONTALE","verificata":"X","data_verifica":"2007-08-25","photo1":"Val Graveglia 11 Lug07 063.jpg"}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
22/03/2015

Coordinate:

Bibliografia

1997Fenomeni carsici ed ambiente umano in val Graveglia (Appennino Chiavarese, provincia di Genova)FACCINI FrancescoVisualizza
2005Valorizzazione turistica e salvaguardia ambientale dei siti di interesse carsico nella Val Graveglia (Appennino Ligure)FACCINI Francesco, BRANDOLINI Pierluigi, ROBBIANO Andrea, TERRANOVA RemoVisualizza

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento