LI300

TANA DEI CARBONAI

Regione
LIGURIA
Provincia
IM
Dimensioni
Sviluppo reale
15
Sviluppo planimetrico
0
Estensione
0
Dislivello positivo
0
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
0
Posizione dell'ingresso
Latitudine
44°06'29'' N
Longitudine
4°28'34'' Ovest di Monte Mario
Tipo di coordinate
IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)
Tipo coordinate originali
IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)
Quota altimetrica
750
Quota GPS
0
Cavità archeologica
Si
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Note
Itinerario e Descrizione da "Carsismo e Grotte dell'ALta Val Pennavaira" (G.Calandri Gruppo Speleologico Imperiese C.A.I.)
Descrizione
Dopo la bassa saletta iniziale a pianta subtriangolare, con blocchi di crollo sul lato NE (un tempo il pavimento era coperto da un crostone stalagmitico tagliato dagli scavi archeologici) si segue (con un brusco angolo a 90°) uno stretto cunicolo tra le concrezioni sino ad una bassa saletta subcircolare con colate e colonne calcitiche in parte ricorrose.
Itinerario
Le grotte della Val Ferraia si raggiungono o seguendo il sentiero che parte all'inizio della strada per la Diga di Ferraia, o da quest'ultima traversando la galleria artificiale, per la condotta, lunga ca. 80 metri.
Da Aquila d'Arroscia (7 km dalll'ex statale n.483 della Valle d'Arroscia) seguendo la rotabile (ca.2 km) per il passo di San Giacomo, quindi continuando in direzione di Caprauna, per quasi 2 km: l'inizio del sentiero è ben indicato. SI scende a destra per ca. 200 m sino al primo bivio (frecce in legno). Si prosegue in discesa traversando un piccolo rio. Il sentiero scende ripidamente con una serie di tornanti e si prosegue lungo la base delle balze sino al grande cavernone dell'Arma Ravinella e poco avanti alla cavernetta vicina.Da qui il percorso continua suborizzontale sino ad un poggetto, per poi scendere nella boscaglia sino alla base della balza dai ruderi di muri a secco (vecchio riparo dei carbonai9 dove si apre la tana. .
{5f05aa215f6be_"REGIONE":"LI","PROV":"IM","NUM":"300","SPECIF":"1","DATAGG":null,"DRILEV":"1987-12-31","NOME":"TANA DEI CARBONAI","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":null,"LOCAL":null,"ACAR":"PENNAVAIRA - ROCCA DEL BOZZARO","ACARCOD":"IM12,IM12","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":"Giurassico Superiore","SVILRE":"15","SVILPLAN":"0","ESTEN":"0","DPOS":"0","DNEG":"0","DTOT":"0","TC_01":"IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)","latitude":"44\u00b006'29'' N","longitude":"4\u00b028'34'' Ovest di Monte Mario","DC_01":"92 III SO NASINO","SC_01":null,"AE_01":"0","QA_01":"750","QC_01":null,"VD_01":null,"IDRO":null,"RILEVATORI":null,"GRADORIL":null,"NOTE":"Itinerario e Descrizione da \"Carsismo e Grotte dell'ALta Val Pennavaira\" (G.Calandri Gruppo Speleologico Imperiese C.A.I.)","NOTE2":null,"RCS":null,"ITINERARIO":"Le grotte della Val Ferraia si raggiungono o seguendo il sentiero che parte all'inizio della strada per la Diga di Ferraia, o da quest'ultima traversando la galleria artificiale, per la condotta, lunga ca. 80 metri.\r\nDa Aquila d'Arroscia (7 km dalll'ex statale n.483 della Valle d'Arroscia) seguendo la rotabile (ca.2 km) per il passo di San Giacomo, quindi continuando in direzione di Caprauna, per quasi 2 km: l'inizio del sentiero \u00e8 ben indicato. SI scende a destra per ca. 200 m sino al primo bivio (frecce in legno). Si prosegue in discesa traversando un piccolo rio. Il sentiero scende ripidamente con una serie di tornanti e si prosegue lungo la base delle balze sino al grande cavernone dell'Arma Ravinella e poco avanti alla cavernetta vicina.Da qui il percorso continua suborizzontale sino ad un poggetto, per poi scendere nella boscaglia sino alla base della balza dai ruderi di muri a secco (vecchio riparo dei carbonai9 dove si apre la tana. .\r\n","DESCRIZIONE":"Dopo la bassa saletta iniziale a pianta subtriangolare, con blocchi di crollo sul lato NE (un tempo il pavimento era coperto da un crostone stalagmitico tagliato dagli scavi archeologici) si segue (con un brusco angolo a 90\u00b0) uno stretto cunicolo tra le concrezioni sino ad una bassa saletta subcircolare con colate e colonne calcitiche in parte ricorrose.","recordinsert":"2010-07-10 01:30:19","recordupdate":"2016-11-06 13:56:54","username":"admin","userupdate":"henrydesantis","marina":"N","archeologica":"S","rischioambientale":"N","chiusa":"N","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
henrydesantis
Ultima modifica dei dati
06/11/2016

Coordinate:

Bibliografia

1958Note su alcune caverne della Val PennavairaDINALE GiovanniVisualizza
1960Le nostre spedizioni in Val PennavaireCARBONE Davide, MAIFREDI PietroVisualizza
1962Ritrovamenti archeologici e giacimenti preistorici nelle grotte della Val PennavairaANFOSSI MILLI LealeVisualizza
2003L'itinerario speleo-naturalistico dell'Arma do Cupà (valle Pennavaira di Aquila d'Arroscia)CALANDRI GilbertoVisualizza

Scarica scheda per l'aggiornamento