130/2076

LI257

ARMA DELLO STEFANIN

Altre denominazioni
ARMA ARMA - SCURA SCUA
Primo censitore
LEALE/ANFOSSI M. - CALANDRI G. (1990)
Regione
LIGURIA
Provincia
IM
Comune
AQUILA DI ARROSCIA
Area carsica
IM12 PENNAVAIRA - ROCCA DEL BOZZARO
Dimensioni
Sviluppo reale
21
Sviluppo planimetrico
21
Estensione
0
Dislivello positivo
2
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
2
Posizione dell'ingresso
Latitudine
44°06'13'' N
Longitudine
4°27'03'' Ovest di Monte Mario
Tipo di coordinate
IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)
Original coordinates type
IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)
Quota altimetrica
440
Quota GPS
0
Cavità archeologica
Si
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Gruppi
G.S.IMPERIESE CAI
Note
Coordinate, Itinerario e Descrizione da "Carsismo e Grotte dell'Alta Val Pennavaira" (G.Calandri Gruppo Speleologico Imperiese C.A.I.
Descrizione
L'apertura, subrettangolare, a volta leggermente arcuata, è larga ca. 25 m (alta ca. 3 m). La caverna è costituita da un'unica sala, a pianta grossolanamente semicircolare, leggermente ascendente verso NW. Il suolo è stato fortemente rimaneggiato dalle ricerche archeologiche (in particolare il settore centrale con una profonda fossa che taglia tutto il deposito terrigenodetritico). Sul lato orientale il riparo si abbassa in una saletta col pavimento di crostoni stalagmitici e clastici eterometrici a spigoli vivi. Verso Ovest si sviluppa l'ampia sala (ca 20 x 20) con il suolo leggermente ascendente caratterizzato da grandi depositi litochimici con imponenti formazioni colonnari, stalagmitiche,colate (sino a dimensioni plurimetriche); spettacolari, in parte tuttora attivi, i duomi stalagmitici conici, di colore grigio mattoncino-arancione. La formazione dei depositi mammellonari è dovuta all'apporto delle acque di percolazione lungo i piani prevalentemente subverticali delle litoclasi. La genesi della cavità è legata proprio alle acque di percolazione, con processi di dissoluzione e soprattutto innescando processi di crollo, favoriti dal contatto con gli scisti (grandi blocchi collassati sono stati evidenziati dagli scavi archeologici.
Itinerario
Seguire la provinciale da Martinetto (16 km da Albenga) verso Alto, sotto il paese ad un netto tornante (da cui si sviluppa la vecchia carreggiabile per Caprauna) si prende un sentierino che a stretti tornanti scende al rio Pennavaira, traversato il quale ci si trova di fronte all'allungato ingresso dello Stefanin.

Immagine ingresso
{5edc7e004869d_"REGIONE":"LI","PROV":"IM","NUM":"257","SPECIF":"1","DATAGG":"2009-12-12","DRILEV":"1987-12-31","NOME":"ARMA DELLO STEFANIN","SINON":"ARMA ARMA - SCURA SCUA","RAS":"N","COMUNE":"AQUILA DI ARROSCIA","LOCAL":null,"ACAR":"PENNAVAIRA - ROCCA DEL BOZZARO","ACARCOD":"IM12","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":"Eocene","SVILRE":"21","SVILPLAN":"21","ESTEN":"0","DPOS":"2","DNEG":"0","DTOT":"2","TC_01":"IGM 1:25000 Geografiche M.Mario (OVEST)","latitude":"44\u00b006'13'' N","longitude":"4\u00b027'03'' Ovest di Monte Mario","DC_01":"92 III NO NASINO","SC_01":null,"AE_01":"0","QA_01":"440","QC_01":null,"VD_01":null,"IDRO":null,"RILEVATORI":"LEALE\/ANFOSSI M. - CALANDRI G. (1990)","GRADORIL":null,"GRUPPI":"G.S.IMPERIESE CAI","NOTE":"Coordinate, Itinerario e Descrizione da \"Carsismo e Grotte dell'Alta Val Pennavaira\" (G.Calandri Gruppo Speleologico Imperiese C.A.I.","NOTE2":null,"RCS":null,"ITINERARIO":"Seguire la provinciale da Martinetto (16 km da Albenga) verso Alto, sotto il paese ad un netto tornante (da cui si sviluppa la vecchia carreggiabile per Caprauna) si prende un sentierino che a stretti tornanti scende al rio Pennavaira, traversato il quale ci si trova di fronte all'allungato ingresso dello Stefanin.","DESCRIZIONE":"L'apertura, subrettangolare, a volta leggermente arcuata, \u00e8 larga ca. 25 m (alta ca. 3 m). La caverna \u00e8 costituita da un'unica sala, a pianta grossolanamente semicircolare, leggermente ascendente verso NW. Il suolo \u00e8 stato fortemente rimaneggiato dalle ricerche archeologiche (in particolare il settore centrale con una profonda fossa che taglia tutto il deposito terrigenodetritico). Sul lato orientale il riparo si abbassa in una saletta col pavimento di crostoni stalagmitici e clastici eterometrici a spigoli vivi. Verso Ovest si sviluppa l'ampia sala (ca 20 x 20) con il suolo leggermente ascendente caratterizzato da grandi depositi litochimici con imponenti formazioni colonnari, stalagmitiche,colate (sino a dimensioni plurimetriche); spettacolari, in parte tuttora attivi, i duomi stalagmitici conici, di colore grigio mattoncino-arancione. La formazione dei depositi mammellonari \u00e8 dovuta all'apporto delle acque di percolazione lungo i piani prevalentemente subverticali delle litoclasi. La genesi della cavit\u00e0 \u00e8 legata proprio alle acque di percolazione, con processi di dissoluzione e soprattutto innescando processi di crollo, favoriti dal contatto con gli scisti (grandi blocchi collassati sono stati evidenziati dagli scavi archeologici.","recordinsert":"2010-07-10 01:30:12","recordupdate":"2018-08-31 09:11:47","username":"admin","userupdate":"henrydesantis","marina":"N","archeologica":"S","rischioambientale":"N","chiusa":"N","data_verifica":null,"photo1":"2015-10-24 12.38.47.jpg"}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
henrydesantis
Ultima modifica dei dati
31/08/2018

Bibliografia

1958Note su alcune caverne della Val PennavairaDINALE GiovanniVisualizza
1960Le nostre spedizioni in Val PennavaireCARBONE Davide, MAIFREDI PietroVisualizza
1960Le nostre spedizioni in Val PennavaireAnonimoVisualizza
1962Ritrovamenti archeologici e giacimenti preistorici nelle grotte della Val PennavairaANFOSSI MILLI LealeVisualizza
1982-86Arma dello StefaninPaolo Biagi, Roberto Maggi, Renato Nisbet, Graeme Barker, Alberto GirodVisualizza
1988L'Arma dello Stefanin in Val Pennavaira (Aquila d'Arroscia, Imperia). La malacofauna dei livelli epigravettiani e neoliticiGIROD AlbertoVisualizza
1994L'Arma dello Stefanin in Valle Pennavaira (Aquila d'Arroscia, Prov. Imperia)CALANDRI GilbertoVisualizza

Foto della cavità:

Numero grotta
LI257 ARMA DELLO STEFANIN

Foto