LI294

FOSSA DEL TINETTO

Primo censitore
CIGNA A.
Regione
LIGURIA
Provincia
SP
Comune
PORTOVENERE
Località
ISOLA DEL TINETTO
Dimensioni
Sviluppo reale
60
Sviluppo planimetrico
40
Estensione
0
Dislivello positivo
1
Dislivello negativo
-30
Dislivello totale
31
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4874909
Longitudine
1568266
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota altimetrica
2
Quota GPS
0
Valutazione dato
BARBAGELATA
Cavità archeologica
No
Cavità marina
Si
Rischio ambientale
No
Gruppi
GRUPPO GROTTE MILANO
Note
DISLIVELLO - 40 SOTTO L.M.
Cavità Chiusa
RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino
Cavità marina
Descrizione
Ingresso: frattura negli strati sub-orizzontali, larga m 1 e lunga una decina. La frattura ha dato origine ad una grotticella di scarsa importanza, lunga circa m 3 situata al di sopra del pelo dell'acqua. Sott'acqua la frattura prosegue e si allarga. All'epoca dell'esplorazione del 1956 uno scandaglio di m 14,5 al di sotto del livello del mare, calato dall'ingresso superiore non aveva raggiungo il fondo. Successivamente il giornale genovese "Il Secolo XIX" del 3 settembre 1959, riportava la notizia che tra pescatori subacquei avevano scoperto una grotta sottomarina nel lato occidentale dell'isola. La cavità, a forma di gomito, misurava, sempre secondo quella fonte, m18 nel punto più largo e m 60 da un ingresso all'altro. Non sono riusciti i tentativi di mettersi in contatto conn qualcuno degli scopritori. Una successiva immersione veniva effettuata nel luglio 1966 da T.Samorè, L. De Sanctis e G.Cappa. A quest'ultimo si deve il rilievo della parte subacquea eseguito a memoria (e pertanto approssimato).
Itinerario
Accesso nella parte settentrionale dell'isola
1{_"REGIONE":"LI","PROV":"SP","NUM":"294","SPECIF":"1","DATAGG":null,"DRILEV":"1987-12-31","NOME":"FOSSA DEL TINETTO","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"PORTOVENERE","LOCAL":"ISOLA DEL TINETTO","ACAR":"LAMA DI LA SPEZIA","ACARCOD":"SP38,SP38","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":null,"SVILRE":"60","SVILPLAN":"40","ESTEN":"0","DPOS":"1","DNEG":"-30","DTOT":"31","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4874909","longitude":"1568266","DC_01":"95 II SE LERICI","SC_01":"0","AE_01":"0","QA_01":"2","QC_01":null,"VD_01":"BARBAGELATA","IDRO":null,"RILEVATORI":"CIGNA A.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"GRUPPO GROTTE MILANO","NOTE":"DISLIVELLO - 40 SOTTO L.M.\r\nCavit\u00e0 Chiusa","NOTE2":"RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino","RCS":"Cavit\u00e0 marina","ITINERARIO":"Accesso nella parte settentrionale dell'isola","DESCRIZIONE":"Ingresso: frattura negli strati sub-orizzontali, larga m 1 e lunga una decina. La frattura ha dato origine ad una grotticella di scarsa importanza, lunga circa m 3 situata al di sopra del pelo dell'acqua. Sott'acqua la frattura prosegue e si allarga. All'epoca dell'esplorazione del 1956 uno scandaglio di m 14,5 al di sotto del livello del mare, calato dall'ingresso superiore non aveva raggiungo il fondo. Successivamente il giornale genovese \"Il Secolo XIX\" del 3 settembre 1959, riportava la notizia che tra pescatori subacquei avevano scoperto una grotta sottomarina nel lato occidentale dell'isola. La cavit\u00e0, a forma di gomito, misurava, sempre secondo quella fonte, m18 nel punto pi\u00f9 largo e m 60 da un ingresso all'altro. Non sono riusciti i tentativi di mettersi in contatto conn qualcuno degli scopritori. Una successiva immersione veniva effettuata nel luglio 1966 da T.Samor\u00e8, L. De Sanctis e G.Cappa. A quest'ultimo si deve il rilievo della parte subacquea eseguito a memoria (e pertanto approssimato).","recordinsert":"2010-07-10 01:30:18","recordupdate":"2015-01-27 22:00:52","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"S","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Descrizione e Itinerario da Catasto Zoia","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
27/01/2015

Coordinate:

Bibliografia

1967Ricerche speleologiche nelle isole Palmaria, del Tino e del TinettoCIGNA Arrigo, GIORCELLI A., TOZZI CarloVisualizza
1985Catasto delle cavità sotterranee naturali della Provincia della SpeziaBARBAGELATA MatteoVisualizza
1994Principali aree di interesse speleomarino lungo le coste italianeALVISI M., COLANTONI P.Visualizza
1994Studio biotonico comparativo di alcune grotte marine sommerse: definizione di una scala di confinamentoBIANCHI Carlo Nike, MORRI CarlaVisualizza
1997-1998Variazioni spaziali e gradienti ambientali nella grotta marina dell'isola del Tinetto (Golfo di La Spezia)UGOLINI UgoVisualizza
2003Indagine ecologica sulla grotta sottomarina dell'isola del Tinetto (Golfo di La Spezia, Mar Ligure orientale): dati preliminariUGOLINI U. et alVisualizza

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento