LI273

CAVA CARLO ALBERTO

Primo censitore
CIGNA A.
Regione
LIGURIA
Provincia
SP
Comune
PORTOVENERE
Località
ISOLA PALMARIA-CAVA CARLO ALBERTO
Dimensioni
Sviluppo reale
20
Sviluppo planimetrico
0
Estensione
0
Dislivello positivo
2
Dislivello negativo
-4
Dislivello totale
6
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4877400
Longitudine
1566950
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota altimetrica
26
Quota GPS
0
Valutazione dato
BARBAGELATA
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Gruppi
GRUPPO GROTTE MILANO
Note

RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino
Descrizione
La cavità è in massima parte artificiale ed è costituita da un atrio con due brevi appendici verso l'interno. Attraverso un foro si passa in una concamerazione di non grande ampiezza, in cui si accede pure dall'ingresso secondario. Era una cava di marmo "portoro".
Itinerario
Dallo scalo del Terrizzo per il sentiero lungo la costa, verso Ovest, fino in prossimità dell'estremo nord occidentale dell'isola.
L'ingresso è costituito da una vasta apertura con un pilastro di roccia al centro, molto evidente e caratteristico; vi è un ingresso secondario, pochi metri ad ovest del primo.
1{_"REGIONE":"LI","PROV":"SP","NUM":"273","SPECIF":"1","DATAGG":"2008-02-10","DRILEV":"1987-12-31","NOME":"CAVA CARLO ALBERTO","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"PORTOVENERE","LOCAL":"ISOLA PALMARIA-CAVA CARLO ALBERTO","ACAR":"LAMA DI LA SPEZIA","ACARCOD":"SP38,SP38","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":null,"SVILRE":"20","SVILPLAN":"0","ESTEN":"0","DPOS":"2","DNEG":"-4","DTOT":"6","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4877400","longitude":"1566950","DC_01":"95 II SE LERICI","SC_01":"0","AE_01":"0","QA_01":"26","QC_01":null,"VD_01":"BARBAGELATA","IDRO":null,"RILEVATORI":"CIGNA A.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"GRUPPO GROTTE MILANO","NOTE":null,"NOTE2":"RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino","RCS":null,"ITINERARIO":"Dallo scalo del Terrizzo per il sentiero lungo la costa, verso Ovest, fino in prossimit\u00e0 dell'estremo nord occidentale dell'isola. \r\nL'ingresso \u00e8 costituito da una vasta apertura con un pilastro di roccia al centro, molto evidente e caratteristico; vi \u00e8 un ingresso secondario, pochi metri ad ovest del primo.","DESCRIZIONE":"La cavit\u00e0 \u00e8 in massima parte artificiale ed \u00e8 costituita da un atrio con due brevi appendici verso l'interno. Attraverso un foro si passa in una concamerazione di non grande ampiezza, in cui si accede pure dall'ingresso secondario. Era una cava di marmo \"portoro\".","recordinsert":"2010-07-10 01:30:14","recordupdate":"2014-12-04 16:12:12","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Itinerario e Descrizione da Catasto Zoia","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
04/12/2014

Coordinate:

Bibliografia

1967Ricerche speleologiche nelle isole Palmaria, del Tino e del TinettoCIGNA Arrigo, GIORCELLI A., TOZZI CarloVisualizza

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento