LI1385

BUCO CHE NON VA

Primo censitore
CHIESA ROBERTO
Regione
LIGURIA
Provincia
SV
Comune
ERLI
Località
COSTA DI ERLI
Monte
BRIC CURLO
Formazione geologica
SPM DOLOMIE DI SAN PETRO DEI MONTI
Dimensioni
Sviluppo reale
40
Sviluppo planimetrico
31
Estensione
16
Dislivello positivo
0
Dislivello negativo
-7
Dislivello totale
7
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4888275
Longitudine
428925
Tipo di coordinate
UTM ED50 32
Tipo coordinate originali
UTM ED50 Generiche
Quota altimetrica
430
Quota cartografica
430
Quota GPS
1999
Valutazione dato
affidabilità 80-90% (fatto in loco su cartografia alcuni anni fa)
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Idrologia
solo stillicidio
Andamento
ORIZZONTALE
Percorribilità
SEMPLICE
Gruppi
Gruppo Speleologico Cycnus (Toirano - SV)
Note
Temperatura tre metri dopo l’ingresso 7.5°C
Temperatura al fondo diaclasi E-W 5.3°C
Aria forte al fondo della diaclasi E-W

Nota: la scarsa copertura esterna genera piccoli collegamenti diretti attraverso cui entrano o cadeno animali di piccola taglia

Descrizione
La cavità seppur di modesto sviluppo si presenta piuttosto articolata: alla prima parte orientata grossomodo SW-NE, interstiziale e labirintica tra massi di crollo e pietre decimetriche al pavimento, segue la parte prettamente tettonica, impostata lungo due comode diaclasi orientate SE-NW e circa E-W messe in comunicazione da un angusto e nascosto passaggio.
La prima diaclasi (SE-NW) è alta circa 7m e larga poco meno di un metro, e va stringendosi gradualmente fino a divenire impraticabile, al soffitto e a varie altezze vi sono incastrati blocchi calcarei mentre il pavimento è costituito da roccia compatta. La seconda diaclasi (E-W), raggiungibile attraverso un alto e stretto passaggio posto a metà della precedente, presenta pareti lisce e verticali (faglia?) alte più di 8m e distanti tra loro poco più di un metro, queste divergono verso il pavimento costituito da intaso detritico che occlude ogni prosecuzione nonostante ne fuoriesca una forte corrente d’aria fredda; le pareti delle diaclasi sono completamente rivestite da veli carbonatici.
Itinerario
La cavità si apre nel Comune di Erli a pochi metri dalla base del muro di sostegno della strada di Costa d’Erli, sotto la curva precedente il grande spiazzo contiguo al panoramico tornante che svolta a sinistra.
Si presenta con un ingresso angusto e seminascosto da massi e vegetazione.
Sequenza pozzi
nessun pozzo
Fauna
nulla da segnalare
Storia
L’area è stata oggetto di ricerche speleologiche negli anni ’70, perlopiù ad opera del Gruppo Speleologico Savonese che rinvenne, documentò e accatastò una ventina di cavità tettoniche perlopiù ad andamento verticale.
Nel 1992 un nostro sopralluogo ha portato alla luce nuove piccole cavità, tra cui spicca il Buco che Non Va: trovato il 4 ottobre 1992 è stato disostruito ed esplorato il 22 novembre dello stesso anno. La successiva visita del 14 marzo 1993 ha permesso l’esplorazione e la topografia della seconda diaclasi.
{5f3803e2e4c9d_"REGIONE":"LI","PROV":"SV","NUM":"1385","SPECIF":"1","DATAGG":"2011-12-18","DRILEV":null,"NOME":"BUCO CHE NON VA","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"ERLI","LOCAL":"COSTA DI ERLI","MONTE":"BRIC CURLO","VALLE":"VAL NEVA","ACARCOD":null,"FM":null,"FMCOD":"SPM","AGE":"Triassico Medio","SVILRE":"40","SVILPLAN":"31","ESTEN":"16","DPOS":"0","DNEG":"-7","DTOT":"7","TC_01":"UTM ED50 Generiche","latitude":"4888275","longitude":"428925","DC_01":"245060 Zuccarello","SC_01":null,"AE_01":"1999","QA_01":"430","QC_01":"430","VD_01":"affidabilit\u00e0 80-90% (fatto in loco su cartografia alcuni anni fa)","IDRO":"solo stillicidio","RILEVATORI":"CHIESA ROBERTO","GRADORIL":null,"GRUPPI":"Gruppo Speleologico Cycnus (Toirano - SV)","NOTE":"Temperatura tre metri dopo l\u2019ingresso 7.5\u00b0C\r\nTemperatura al fondo diaclasi E-W 5.3\u00b0C\r\nAria forte al fondo della diaclasi E-W\r\n\r\nNota: la scarsa copertura esterna genera piccoli collegamenti diretti attraverso cui entrano o cadeno animali di piccola taglia","NOTE2":"\r\n","RCS":null,"ITINERARIO":"La cavit\u00e0 si apre nel Comune di Erli a pochi metri dalla base del muro di sostegno della strada di Costa d\u2019Erli, sotto la curva precedente il grande spiazzo contiguo al panoramico tornante che svolta a sinistra.\r\nSi presenta con un ingresso angusto e seminascosto da massi e vegetazione.\r\n","DESCRIZIONE":"La cavit\u00e0 seppur di modesto sviluppo si presenta piuttosto articolata: alla prima parte orientata grossomodo SW-NE, interstiziale e labirintica tra massi di crollo e pietre decimetriche al pavimento, segue la parte prettamente tettonica, impostata lungo due comode diaclasi orientate SE-NW e circa E-W messe in comunicazione da un angusto e nascosto passaggio.\r\nLa prima diaclasi (SE-NW) \u00e8 alta circa 7m e larga poco meno di un metro, e va stringendosi gradualmente fino a divenire impraticabile, al soffitto e a varie altezze vi sono incastrati blocchi calcarei mentre il pavimento \u00e8 costituito da roccia compatta. La seconda diaclasi (E-W), raggiungibile attraverso un alto e stretto passaggio posto a met\u00e0 della precedente, presenta pareti lisce e verticali (faglia?) alte pi\u00f9 di 8m e distanti tra loro poco pi\u00f9 di un metro, queste divergono verso il pavimento costituito da intaso detritico che occlude ogni prosecuzione nonostante ne fuoriesca una forte corrente d\u2019aria fredda; le pareti delle diaclasi sono completamente rivestite da veli carbonatici.\r\n","FAUNA":"nulla da segnalare","POZZI":"nessun pozzo","PERCORRIBILITA":"SEMPLICE","recordinsert":"0000-00-00 00:00:00","recordupdate":"2013-05-18 18:11:25","username":"admin","userupdate":"robertochiesa","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"programma regionale di revisione catastale 2008","ANDAMENTO":"ORIZZONTALE","data_verifica":null,"hidden":"0","STORIA":"L\u2019area \u00e8 stata oggetto di ricerche speleologiche negli anni \u201970, perlopi\u00f9 ad opera del Gruppo Speleologico Savonese che rinvenne, document\u00f2 e accatast\u00f2 una ventina di cavit\u00e0 tettoniche perlopi\u00f9 ad andamento verticale.\r\nNel 1992 un nostro sopralluogo ha portato alla luce nuove piccole cavit\u00e0, tra cui spicca il Buco che Non Va: trovato il 4 ottobre 1992 \u00e8 stato disostruito ed esplorato il 22 novembre dello stesso anno. La successiva visita del 14 marzo 1993 ha permesso l\u2019esplorazione e la topografia della seconda diaclasi."}
Dati compilazione
Data importazione
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
robertochiesa
Ultima modifica dei dati
18/05/2013

Coordinate:

Bibliografia

1993Erli e SaleaAnonimo (CHIESA Roberto, PESCE Roberto)Visualizza

Scarica scheda per l'aggiornamento