LI79

CAVERNA DELLA TAGGIA

Altre denominazioni
PANTANO, ANTRO DEL;TAGGIA, SPRUGOLA DELLA; TAGLIA, GROTTA
Primo censitore
BENSA P.
Regione
LIGURIA
Provincia
SP
Comune
LA SPEZIA
Località
PEGAZZANO-COLLE MATELLINA
Dimensioni
Sviluppo reale
0
Sviluppo planimetrico
105
Estensione
0
Dislivello positivo
0
Dislivello negativo
-55
Dislivello totale
55
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4883419
Longitudine
1563206
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota altimetrica
210
Quota GPS
0
Valutazione dato
BARBAGELATA
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Gruppi
G.S.L. A. ISSEL
Note

RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino
Descrizione
Per un'apertura fra grossi massi si penetra in un primo pozzo di m 2,50 circa. Qui, per una spaccatura sulla sinistra, si entra nella prima vasta sala, assiale m 22, larga n6, alta m 1,50, inclinata da SO - NE di 35° Al termine della sala, ove l'altezza vieppiù si abbassa, si apre un pozzo di m 3 circa. Sul lato sinistro del fondo, ove stillano gocce di acqua, appaiono le prime modestissime concrezioni della cavità, complessivamente estremamente povera di architetture stalattitiche e stalagmitiche. Per scendere il pozzo è utile una corda. Per uno stretto orifizio orizzontale (m 1x0,25) inghiottitoio del pozzo, si passa in un'altra sala per molti aspetti simile alla prima con eguale inclinazione e maggiore umidità. La parte inferiore di questa sala ha il fondo ingombro di argilla gialla e vischiosa solcata di innumerevoli canaletti e rugosità. Al termine, cioè a circa m 60 dal secondo pozzo, la caverna, fattasi più umida ma sempre priva di grandi concrezioni, presenta una piccola pozza di acqua melmosa.
Itinerario
La grotta dista m 100 in direzione NO dalla casa n.24 della via Vecchia di Biassa. Ci si porta alla cava del Terno e si risale il canale per m 100 circa. L'apertura si trova sulla destra ed è nascosta da massi e cespugli, aprendosi a m 2 dal fondo del canale. Buon punto di riferimento è il soprastante traliccio dell'energia elettrica, il terzo a partire dalla via Vecchia di Biassa
{5f0bfc6f5c824_"REGIONE":"LI","PROV":"SP","NUM":"79","SPECIF":"1","DATAGG":null,"DRILEV":"1987-12-31","NOME":"CAVERNA DELLA TAGGIA","SINON":"PANTANO, ANTRO DEL;TAGGIA, SPRUGOLA DELLA; TAGLIA, GROTTA","RAS":"N","COMUNE":"LA SPEZIA","LOCAL":"PEGAZZANO-COLLE MATELLINA","ACAR":"LAMA DI LA SPEZIA","ACARCOD":"SP38,SP38","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":null,"SVILRE":"0","SVILPLAN":"105","ESTEN":"0","DPOS":"0","DNEG":"-55","DTOT":"55","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4883419","longitude":"1563206","DC_01":"95 II NO LA SPEZIA","SC_01":"0","AE_01":"0","QA_01":"210","QC_01":null,"VD_01":"BARBAGELATA","IDRO":null,"RILEVATORI":"BENSA P.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"G.S.L. A. ISSEL","NOTE":null,"NOTE2":"RILIEVO da vecchio Catasto Spezzino","RCS":null,"ITINERARIO":"La grotta dista m 100 in direzione NO dalla casa n.24 della via Vecchia di Biassa. Ci si porta alla cava del Terno e si risale il canale per m 100 circa. L'apertura si trova sulla destra ed \u00e8 nascosta da massi e cespugli, aprendosi a m 2 dal fondo del canale. Buon punto di riferimento \u00e8 il soprastante traliccio dell'energia elettrica, il terzo a partire dalla via Vecchia di Biassa","DESCRIZIONE":"Per un'apertura fra grossi massi si penetra in un primo pozzo di m 2,50 circa. Qui, per una spaccatura sulla sinistra, si entra nella prima vasta sala, assiale m 22, larga n6, alta m 1,50, inclinata da SO - NE di 35\u00b0 Al termine della sala, ove l'altezza vieppi\u00f9 si abbassa, si apre un pozzo di m 3 circa. Sul lato sinistro del fondo, ove stillano gocce di acqua, appaiono le prime modestissime concrezioni della cavit\u00e0, complessivamente estremamente povera di architetture stalattitiche e stalagmitiche. Per scendere il pozzo \u00e8 utile una corda. Per uno stretto orifizio orizzontale (m 1x0,25) inghiottitoio del pozzo, si passa in un'altra sala per molti aspetti simile alla prima con eguale inclinazione e maggiore umidit\u00e0. La parte inferiore di questa sala ha il fondo ingombro di argilla gialla e vischiosa solcata di innumerevoli canaletti e rugosit\u00e0. Al termine, cio\u00e8 a circa m 60 dal secondo pozzo, la caverna, fattasi pi\u00f9 umida ma sempre priva di grandi concrezioni, presenta una piccola pozza di acqua melmosa.","recordinsert":"2010-07-10 01:29:46","recordupdate":"2014-11-28 23:09:11","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Itinerario e Descrizione da Catasto Zoia","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
28/11/2014

Coordinate:

Bibliografia

1894Di una caverna ossifera presso Pegazzano nei dintorni di La SpeziaCAPELLINI GiovanniVisualizza
1896Caverne e brecce ossifere nei dintorni del Golfo della SpeziaCAPELLINI GiovanniVisualizza
1900Le grotte dell'Appennino Ligure e delle Alpi MarittimeBENSA PaoloVisualizza
1906Speleologia (Studio delle Caverne)CASELLI CarloVisualizza
1919-1920Grotte e caverne della LunigianaCASELLI CarloVisualizza
1926La Lunigiana geologica e preistoricaCASELLI CarloVisualizza
1935La Geologia del Golfo della SpeziaZACCAGNA DomenicoVisualizza
1952Caverna della Taggia, scheda del Catasto delle Grotte del Gruppo Speleologico LunenseAMBROSI Augusto CesareVisualizza

Schede storiche Issel:

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento