LI6

TANNA DA DRAGUNEA

Altre denominazioni
GROTTA DELLA DRAGONARA
Primo censitore
DINALE G.(1950)- A.S.G.SAN GIORGIO (2002)
Regione
LIGURIA
Provincia
GE
Comune
GENOVA
Località
FORTE BEGATO - RIGHI
Area carsica
Formazione geologica
FAN FORMAZIONE DEL M. ANTOLA
Dimensioni
Sviluppo reale
200
Sviluppo planimetrico
0
Estensione
0
Dislivello positivo
6
Dislivello totale
6
Posizione dell'ingresso
Latitudine
44°26'08.1'' N
Longitudine
8°55'23.3'' E
Tipo di coordinate
GPS Geografiche WGS84
Tipo coordinate originali
GPS Geografiche WGS84
Quota altimetrica
313
Quota cartografica
320
Quota GPS
0
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Idrologia
emittente temporanea,laghi permanenti,sifoni permanenti
Gruppi
Gruppo Speleologico Ligure A. Issel (1950)
A.S.G.SAN GIORGIO (2002)
S.C.Ribaldone (2006)
Note

RILIEVO-PIANTA-SEZIONE
Descrizione
La cavità è facilmente percorribile senza attrezzatura alcuna fino a quello che è stato per anni il sifone terminale.
Da qui in periodi di siccità è possibile oltrepassare il sifone, strisciando per una ventina di metri in una galleria quasi comletamente allagata che lascia spazio appena sufficiente per poter respirare.
In alto a sinistra dietro i depositi di fango defluisce l' acqua che percorre perennemente la grotta e causa il sifonamento di questo tratto. Durante la stagione invernale l' acqua in eccesso percorre invece il tratto iniziale della Dragunea uscendo dall' ingresso principale.
Il sifone condice una salettina molto fangosa per poi proseguire ancora fino ad un punto dove la grotta cambia completamente aspetto.
La galleria si fa ora più ampia, concrezionata e priva di fango.
La grotta curva ora a sinistra per immettersi in un tratto caratterizzato da profonde vaschette.
Dopo pochi metri, una nuova curva a destra costringe ad immergersi fino alla vita in una vaschetta concrezionale che porta ad una galleria piuttosto alta larga circa un metro ancora percorsa dall' acqua.
Qui occorre risalire in contrapposizione per poi proseguire orizzontalmente fino ad arrivare grazie ad un passaggio quasi verticale ad a due passaggi sovrapposti dove si erano interrotte le esplorazioni fino al 2006.
Il passaggio inferiore è un po' più agevole ma conduce ad una profonda vascetta concrezionale che costringe ad un bagno quasi completo.
Oltre la galleria si allarga e prosegue rettilinea fino al lago che si trova in corrispondenza di una sala quasi circolare alta circa 7 metri.
Per ora questa sala rapresenta il punto più ampio della Grotta.Risalendo sul soffitto si intravede alla sommità tra le colate stallattitiche una possibile prosecuzione portroppo per ora impraticabile. Oltre la sala sulla destra la galleria continua allagata fino astringere in una alta fessura percorsa dall'acqua .
Itinerario
Si raggiunge in auto il parco del Peralto di Genova (monte Righi) e si parcheggia nei pressi del locale “La Polveriera”.
Partendo dal cancello di ingresso di quest’ultimo si scende per circa mt. 30 la stradina asfaltata e si imbocca l’evidente sentiero sulla destra.
Lo si percorre per circa mt. 200, finchè non inizia a salire e ad allargarsi, quindi si prende la diramazione a destra ed in ripida salita.
La biforcazione è segnata su di una roccia a terra poco visibile (freccia nera con nome della cavità).
Si sale per una distanza complessiva di circa mt. 130 (in linea d’aria) ed un dislivello di mt. 50, seguendo la debole traccia di sentiero da noi in parte rinfrescata.
Poco prima di attraversare una grossa lastra di roccia, si scende a precipizio (a sinistra) nel letto di un corso d’acqua, spesso secco, e ci ritrova dinnanzi al discreto ingresso della grotta.
{5f2a922d55998_"REGIONE":"LI","PROV":"GE","NUM":"6","SPECIF":"1","DATAGG":"2008-01-14","DRILEV":"2002-12-31","NOME":"TANNA DA DRAGUNEA","SINON":"GROTTA DELLA DRAGONARA","RAS":"N","COMUNE":"GENOVA","LOCAL":"FORTE BEGATO - RIGHI","ACARCOD":"CG_GE1","FM":null,"FMCOD":"FAN","AGE":null,"SVILRE":"200","SVILPLAN":"0","ESTEN":"0","DPOS":"6","DNEG":null,"DTOT":"6","TC_01":"GPS Geografiche WGS84","latitude":"44\u00b026'08.1'' N","longitude":"8\u00b055'23.3'' E","DC_01":null,"SC_01":"313","AE_01":"0","QA_01":"313","QC_01":"320","VD_01":null,"IDRO":"emittente temporanea,laghi permanenti,sifoni permanenti","RILEVATORI":"DINALE G.(1950)- A.S.G.SAN GIORGIO (2002)","GRADORIL":null,"GRUPPI":"Gruppo Speleologico Ligure A. Issel (1950)\r\nA.S.G.SAN GIORGIO (2002)\r\nS.C.Ribaldone (2006)","NOTE":null,"NOTE2":"RILIEVO-PIANTA-SEZIONE","RCS":null,"ITINERARIO":"Si raggiunge in auto il parco del Peralto di Genova (monte Righi) e si parcheggia nei pressi del locale \u201cLa Polveriera\u201d.\r\nPartendo dal cancello di ingresso di quest\u2019ultimo si scende per circa mt. 30 la stradina asfaltata e si imbocca l\u2019evidente sentiero sulla destra.\r\nLo si percorre per circa mt. 200, finch\u00e8 non inizia a salire e ad allargarsi, quindi si prende la diramazione a destra ed in ripida salita.\r\nLa biforcazione \u00e8 segnata su di una roccia a terra poco visibile (freccia nera con nome della cavit\u00e0).\r\nSi sale per una distanza complessiva di circa mt. 130 (in linea d\u2019aria) ed un dislivello di mt. 50, seguendo la debole traccia di sentiero da noi in parte rinfrescata.\r\nPoco prima di attraversare una grossa lastra di roccia, si scende a precipizio (a sinistra) nel letto di un corso d\u2019acqua, spesso secco, e ci ritrova dinnanzi al discreto ingresso della grotta.","DESCRIZIONE":"La cavit\u00e0 \u00e8 facilmente percorribile senza attrezzatura alcuna fino a quello che \u00e8 stato per anni il sifone terminale.\r\nDa qui in periodi di siccit\u00e0 \u00e8 possibile oltrepassare il sifone, strisciando per una ventina di metri in una galleria quasi comletamente allagata che lascia spazio appena sufficiente per poter respirare.\r\nIn alto a sinistra dietro i depositi di fango defluisce l' acqua che percorre perennemente la grotta e causa il sifonamento di questo tratto. Durante la stagione invernale l' acqua in eccesso percorre invece il tratto iniziale della Dragunea uscendo dall' ingresso principale.\r\nIl sifone condice una salettina molto fangosa per poi proseguire ancora fino ad un punto dove la grotta cambia completamente aspetto.\r\nLa galleria si fa ora pi\u00f9 ampia, concrezionata e priva di fango.\r\nLa grotta curva ora a sinistra per immettersi in un tratto caratterizzato da profonde vaschette.\r\nDopo pochi metri, una nuova curva a destra costringe ad immergersi fino alla vita in una vaschetta concrezionale che porta ad una galleria piuttosto alta larga circa un metro ancora percorsa dall' acqua.\r\nQui occorre risalire in contrapposizione per poi proseguire orizzontalmente fino ad arrivare grazie ad un passaggio quasi verticale ad a due passaggi sovrapposti dove si erano interrotte le esplorazioni fino al 2006.\r\nIl passaggio inferiore \u00e8 un po' pi\u00f9 agevole ma conduce ad una profonda vascetta concrezionale che costringe ad un bagno quasi completo.\r\nOltre la galleria si allarga e prosegue rettilinea fino al lago che si trova in corrispondenza di una sala quasi circolare alta circa 7 metri.\r\nPer ora questa sala rapresenta il punto pi\u00f9 ampio della Grotta.Risalendo sul soffitto si intravede alla sommit\u00e0 tra le colate stallattitiche una possibile prosecuzione portroppo per ora impraticabile. Oltre la sala sulla destra la galleria continua allagata fino astringere in una alta fessura percorsa dall'acqua .\r\n","recordinsert":"2010-07-10 01:29:34","recordupdate":"2011-03-08 22:32:29","username":"admin","userupdate":"alessandrovernassa","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
alessandrovernassa
Ultima modifica dei dati
08/03/2011

Coordinate:

Bibliografia

1885Note Entomologiche 1. Contribuzione allo studio della fauna entomologica delle caverne in ItaliaGESTRO RaffaelloVisualizza
1898Due nuovi anoftalmiGESTRO RaffaelloVisualizza
1900Le grotte dell'Appennino Ligure e delle Alpi MarittimeBENSA PaoloVisualizza
1930Le Grotte in vicinanza di GenovaBRIAN AlessandroVisualizza
1943La Grotta del Brigidun e la Grotta Dragonara. Esplorazioni speleologiche nella Provincia di GenovaSANFILIPPO Nino, TIMOSSI G., CONCI CesareVisualizza
1950Le grotte della Provincia di Genova e la loro faunaSANFILIPPO NinoVisualizza
1950Aracnidi cavernicoli liguriDI CAPORIACCO LudovicoVisualizza
1958Sull'inanellamento dei pipistrelli in LiguriaDINALE GiovanniVisualizza
1959Grotte della LiguriaSANFILIPPO NinoVisualizza
2003Ultimo fango alla DraguneaGABUTI Maurizio, JESU Maurizio, PERASSO LuigiVisualizza
2007Esplorazione alla Tana da DraguneaAlessandro VernassaVisualizza

Schede storiche Issel:

Foto della cavità

Numero grotta
LI6 TANNA DA DRAGUNEA

Ingresso


Numero grotta
LI6 TANNA DA DRAGUNEA

Ramo oltre sifone


Autore foto
Alessandro Vernassa

Scarica scheda per l'aggiornamento