LI448

GROTTA DELLA FRANA

Altre denominazioni
GROTTA DELLA MOGLIE
Primo censitore
MEIRANA/PASTORINO
Regione
LIGURIA
Provincia
SV
Comune
ORCO FEGLINO
Località
BORAGNI
Monte
ROCCA NAVA
Area carsica
Dimensioni
Sviluppo reale
36
Sviluppo planimetrico
34
Estensione
22
Dislivello positivo
11
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
11
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4895573
Longitudine
448109
Tipo di coordinate
UTM WGS84 32
Tipo coordinate originali
UTM WGS84 Generiche
Quota cartografica
325
Quota GPS
0
Valutazione dato
POSIZIONAMENTO CON GPS
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Posizione verificata sul campo da curatore
X
Idrologia
solo stillicidio
Andamento
SUB ORIZZONTALE
Percorribilità
FACILE
Gruppi
G.S.L. A. ISSEL
AGGIORNAMENTO CATASTALE (2010): G.G. BORGIO VEREZZI, G.S. SAVONESE
Descrizione
Particolare cavità a due ingressi, dalle morfologie tipicamente freatiche, si sviluppa nel calcare miocenico, detritico organogeno della “Pietra di Finale”. Entrambe le aperture adducono ad un ripido e franoso cunicolo ascendente che diviene dopo pochi metri impreaticabile.
Itinerario
Dalla valle Sciusa si sale per strada asfaltata verso Boragni, e superato l'abitato, proseguendo per Orco, al primo tornante destro (circa 200 mt dopo Boragni) si imbocca a sinistra la strada sterrata per le vecchie cave. Dopo un centinaio di metri un sentiero sulla sinistra, dirigendosi a sud, si mantiene in quota per guadagnare la Val Nava. Dopo circa circa 300 metri sulla dx si prende il ripido sentiero che sale all'Arma della Strapatente. I due ingressi della cavità si aprono in parete ad circa 20 metri di quota sotto la Strapatente.
{5f0969be80ad6_"REGIONE":"LI","PROV":"SV","NUM":"448","SPECIF":"1","DATAGG":"2007-11-30","DRILEV":"1987-12-31","NOME":"GROTTA DELLA FRANA","SINON":"GROTTA DELLA MOGLIE","RAS":"N","COMUNE":"ORCO FEGLINO","LOCAL":"BORAGNI","MONTE":"ROCCA NAVA","VALLE":"VALLE SCIUSA","ACAR":"SAN BERNARDINO - ORCO","ACARCOD":"SV32","FM":null,"FMCOD":"PDF","AGE":"Miocene","SVILRE":"36","SVILPLAN":"34","ESTEN":"22","DPOS":"11","DNEG":"0","DTOT":"11","TC_01":"UTM WGS84 Generiche","latitude":"4895573","longitude":"448109","DC_01":"92 I SE FINALE LIGURE","SC_01":"345","AE_01":"0","QA_01":null,"QC_01":"325","VD_01":"POSIZIONAMENTO CON GPS","IDRO":"solo stillicidio","RILEVATORI":"MEIRANA\/PASTORINO","GRADORIL":null,"GRUPPI":"G.S.L. A. ISSEL\r\nAGGIORNAMENTO CATASTALE (2010): G.G. BORGIO VEREZZI, G.S. SAVONESE","NOTE":null,"NOTE2":null,"RCS":null,"ITINERARIO":"Dalla valle Sciusa si sale per strada asfaltata verso Boragni, e superato l'abitato, proseguendo per Orco, al primo tornante destro (circa 200 mt dopo Boragni) si imbocca a sinistra la strada sterrata per le vecchie cave. Dopo un centinaio di metri un sentiero sulla sinistra, dirigendosi a sud, si mantiene in quota per guadagnare la Val Nava. Dopo circa circa 300 metri sulla dx si prende il ripido sentiero che sale all'Arma della Strapatente. I due ingressi della cavit\u00e0 si aprono in parete ad circa 20 metri di quota sotto la Strapatente.","DESCRIZIONE":"Particolare cavit\u00e0 a due ingressi, dalle morfologie tipicamente freatiche, si sviluppa nel calcare miocenico, detritico organogeno della \u201cPietra di Finale\u201d. Entrambe le aperture adducono ad un ripido e franoso cunicolo ascendente che diviene dopo pochi metri impreaticabile.","PERCORRIBILITA":"FACILE","recordinsert":"2010-07-10 01:30:42","recordupdate":"2011-01-30 16:11:54","username":"admin","userupdate":"enricomassa","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","ANDAMENTO":"SUB ORIZZONTALE","verificata":"X","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
enricomassa
Ultima modifica dei dati
30/01/2011

Coordinate:

Scarica scheda per l'aggiornamento