LI444

GROTTA DELLA FRANGIA

Primo censitore
MEIRANA/PASTORINO
Regione
LIGURIA
Provincia
SV
Comune
ORCO FEGLINO
Località
BORAGNI
Monte
ROCCA NAVA
Area carsica
Dimensioni
Sviluppo reale
11
Sviluppo planimetrico
11
Estensione
11
Dislivello positivo
1.4
Dislivello negativo
0
Dislivello totale
1.4
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4895559
Longitudine
448129
Tipo di coordinate
UTM WGS84 32
Tipo coordinate originali
UTM WGS84 Generiche
Quota cartografica
285
Quota GPS
0
Valutazione dato
POSIZIONAMENTO CON GPS
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Posizione verificata sul campo da curatore
X
Idrologia
secca
Andamento
ORIZZONTALE
Percorribilità
FACILE
Gruppi
G.S.L. A. ISSEL
AGGIORNAMENTO CATASTALE (2010): G.G. BORGIO VEREZZI, G.S. SAVONESE
Descrizione
La cavità si sviluppa nel calcare miocenico, detritico organogeno della “Pietra di Finale”. Costituita da un unico vano di larghezza circa 5-6 m e profondità 10 m, altezza 1,5 m.
Itinerario
Dalla valle Sciusa si sale per strada asfaltata verso Boragni, e superato l'abitato, proseguendo per Orco, al primo tornante destro (circa 200 mt dopo Boragni) si imbocca a sinistra la strada sterrata per le vecchie cave. Dopo un centinaio di metri un sentiero sulla sinistra, dirigendosi a sud, si mantiene in quota per guadagnare la Val Nava. Si prosegue per circa 300 metri e poi sulla dx si trova il ripido sentiero che sale per la più famora Arma della Strapatente. Pochi metri (circa 50 m) sotto la Strapatente si rinviente la Grotta della Frangia.

Immagine ingresso
{5f0362ec52469_"REGIONE":"LI","PROV":"SV","NUM":"444","SPECIF":"1","DATAGG":"2007-11-30","DRILEV":"1987-12-31","NOME":"GROTTA DELLA FRANGIA","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"ORCO FEGLINO","LOCAL":"BORAGNI","MONTE":"ROCCA NAVA","VALLE":"VALLE SCIUSA","ACAR":"SAN BERNARDINO - ORCO","ACARCOD":"SV32","FM":null,"FMCOD":"PDF","AGE":"Miocene","SVILRE":"11","SVILPLAN":"11","ESTEN":"11","DPOS":"1.4","DNEG":"0","DTOT":"1.4","TC_01":"UTM WGS84 Generiche","latitude":"4895559","longitude":"448129","DC_01":"92 I SE FINALE LIGURE","SC_01":"330","AE_01":"0","QA_01":null,"QC_01":"285","VD_01":"POSIZIONAMENTO CON GPS","IDRO":"secca","RILEVATORI":"MEIRANA\/PASTORINO","GRADORIL":null,"GRUPPI":"G.S.L. A. ISSEL\r\nAGGIORNAMENTO CATASTALE (2010): G.G. BORGIO VEREZZI, G.S. SAVONESE","NOTE":null,"NOTE2":null,"RCS":null,"ITINERARIO":"Dalla valle Sciusa si sale per strada asfaltata verso Boragni, e superato l'abitato, proseguendo per Orco, al primo tornante destro (circa 200 mt dopo Boragni) si imbocca a sinistra la strada sterrata per le vecchie cave. Dopo un centinaio di metri un sentiero sulla sinistra, dirigendosi a sud, si mantiene in quota per guadagnare la Val Nava. Si prosegue per circa 300 metri e poi sulla dx si trova il ripido sentiero che sale per la pi\u00f9 famora Arma della Strapatente. Pochi metri (circa 50 m) sotto la Strapatente si rinviente la Grotta della Frangia.","DESCRIZIONE":"La cavit\u00e0 si sviluppa nel calcare miocenico, detritico organogeno della \u201cPietra di Finale\u201d. Costituita da un unico vano di larghezza circa 5-6 m e profondit\u00e0 10 m, altezza 1,5 m.","PERCORRIBILITA":"FACILE","recordinsert":"2010-07-10 01:30:41","recordupdate":"2012-04-02 19:13:20","username":"admin","userupdate":"henrydesantis","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","ANDAMENTO":"ORIZZONTALE","verificata":"X","data_verifica":null,"photo1":"P4010818.JPG"}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
henrydesantis
Ultima modifica dei dati
02/04/2012

Coordinate:

Scarica scheda per l'aggiornamento