LI337

GROTTICELLA DI CRAVASCO

Primo censitore
RIBALDONE G.(1987) , C.IACOPOZZI, C.LA SPISA , L.RATTO,V.TUBINO (1999)
Regione
LIGURIA
Provincia
GE
Comune
CAMPOMORONE
Località
CRAVASCO
Area carsica
Dimensioni
Sviluppo reale
8.71
Sviluppo planimetrico
6.62
Estensione
5.1
Dislivello positivo
9.29
Dislivello negativo
-1.43
Dislivello totale
10.7
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4932413 N
Longitudine
489368 E
Tipo di coordinate
UTM ED50 32
Tipo coordinate originali
CTR 1:10000 UTM
Quota altimetrica
416
Quota cartografica
435
Quota GPS
1992
Valutazione dato
REVISIONE CATASTALE
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Posizione verificata sul campo da curatore
X
Data ultima verifica sul campo
09/04/2012 00:00:00
Idrologia
solo stillicidio
Andamento
ORIZZONTALE
Percorribilità
FACILE
Gruppi
G.S. C.A.I. BOLZANETO
Note
REVISIONE CATASTALE 1998
RILIEVO
Descrizione
L'ingresso si apre "orizzontalmente" alla base di una paretina rocciosa a monte del sentiero, in prossimità dellariva sinistra del Rio Campi
L'apertura, di dimensioni circa 1x0,5, immette, attraverso uno stretto e breve passaggio, in una saletta allungata in direzione N-S. Il vano principale della cavità, che risulta divisa nella sua parte più meridionale su due livelli, presenta diversi fenomeni di concrezionamento.
Il livello inferiore, di dimensioni ridotte rispetto al superiore, ha forma tondeggiante, il pavimento costituito da massi spigolosi di dimensioni decimetriche e presenta alcune piccole stalattiti.
Il livello superiore, che ha una altezza di circa 4 m., risulta diviso da quello inferiore da un terrazzino, probabilmente costituito da un livello roccioso dalle caratteristiche meccaniche migliori, ricoperto da una colata calcitica. Sul pavimento, al lato Sud-Ovest, sono osservabili i resti di due stalagmiti probabilmente asportate.
Oltre alla saletta la grotta presenta due diramazioni impercorribili, impostate lungo direzioni di frattura dell'ammasso roccioso, con lunghezze di pochi metri. La prima si trova in direzione del cunicolo di ingresso, mentre la seconda è osservabile in alto nel livello superiore del vano principale.
La grotta è impostata secondo piani di discontinuità quali stratificazione e fratture della roccia, ampliata da piccoli fenomeni di crollo.
Itinerario
Dal casello autostradale di Genova-Bolzaneto sull'autostrada Genova-Milano, si prosegue verso nord in direzione Pontedecimo. Da qui si prende per Campomorone e si prosegue fino al paese di Isoverde. Da Isoverde si procede in direzione di Cravasco. Giunti a Cravasco, in corrispondenza di un tornante verso destra si imbocca una strada sterrata privata sulla sinistra,
che poco più avanti si trasforma in un sentiero. Il percorso, contrassegnato da un pallino rosso, procede in direzione W, costeggiando il recinto di una villetta.
Quando il sentiero comincia a scendere, si procede lungo il sentiero principale, tralasciando due sentieri secondari; si svolta invece al terzo sulla destra in salita.
Poco prima di raggiungere il letto del Rio Campi. Sulla destra del sentiero si trova l'ingresso della grotta.

Immagine ingresso
{5f09caa19161e_"REGIONE":"LI","PROV":"GE","NUM":"337","SPECIF":"1","DATAGG":"2010-04-19","DRILEV":"1999-03-13","NOME":"GROTTICELLA DI CRAVASCO","SINON":null,"RAS":"N","COMUNE":"CAMPOMORONE","LOCAL":"CRAVASCO","ACAR":"ISOVERDE","ACARCOD":"GE35","FM":null,"FMCOD":"ISO","AGE":"Triassico Sup. (Norico)","SVILRE":"8.71","SVILPLAN":"6.62","ESTEN":"5.1","DPOS":"9.29","DNEG":"-1.43","DTOT":"10.7","TC_01":"CTR 1:10000 UTM","latitude":"4932413 N","longitude":"489368 E","DC_01":"213070 CAMPOMORONE","SC_01":null,"AE_01":"1992","QA_01":"416","QC_01":"435","VD_01":"REVISIONE CATASTALE","IDRO":"solo stillicidio","RILEVATORI":"RIBALDONE G.(1987) , C.IACOPOZZI, C.LA SPISA , L.RATTO,V.TUBINO (1999)","GRADORIL":"5D","GRUPPI":"G.S. C.A.I. BOLZANETO","NOTE":"REVISIONE CATASTALE 1998","NOTE2":"RILIEVO","RCS":null,"ITINERARIO":"Dal casello autostradale di Genova-Bolzaneto sull'autostrada Genova-Milano, si prosegue verso nord in direzione Pontedecimo. Da qui si prende per Campomorone e si prosegue fino al paese di Isoverde. Da Isoverde si procede in direzione di Cravasco. Giunti a Cravasco, in corrispondenza di un tornante verso destra si imbocca una strada sterrata privata sulla sinistra,\r\nche poco pi\u00f9 avanti si trasforma in un sentiero. Il percorso, contrassegnato da un pallino rosso, procede in direzione W, costeggiando il recinto di una villetta.\r\nQuando il sentiero comincia a scendere, si procede lungo il sentiero principale, tralasciando due sentieri secondari; si svolta invece al terzo sulla destra in salita.\r\nPoco prima di raggiungere il letto del Rio Campi. Sulla destra del sentiero si trova l'ingresso della grotta.","DESCRIZIONE":"L'ingresso si apre \"orizzontalmente\" alla base di una paretina rocciosa a monte del sentiero, in prossimit\u00e0 dellariva sinistra del Rio Campi\t\t\t\t\t\r\nL'apertura, di dimensioni circa 1x0,5, immette, attraverso uno stretto e breve passaggio, in una saletta allungata in direzione N-S. Il vano principale della cavit\u00e0, che risulta divisa nella sua parte pi\u00f9 meridionale su due livelli, presenta diversi fenomeni di concrezionamento.\t\t\t\t\t\r\nIl livello inferiore, di dimensioni ridotte rispetto al superiore, ha forma tondeggiante, il pavimento costituito da massi spigolosi di dimensioni decimetriche e presenta alcune piccole stalattiti.\t\t\t\t\t\r\nIl livello superiore, che ha una altezza di circa 4 m., risulta diviso da quello inferiore da un terrazzino, probabilmente costituito da un livello roccioso dalle caratteristiche meccaniche migliori, ricoperto da una colata calcitica. Sul pavimento, al lato Sud-Ovest, sono osservabili i resti di due stalagmiti probabilmente asportate.\t\t\t\t\t\r\nOltre alla saletta la grotta presenta due diramazioni impercorribili, impostate lungo direzioni di frattura dell'ammasso roccioso, con lunghezze di pochi metri. La prima si trova in direzione del cunicolo di ingresso, mentre la seconda \u00e8 osservabile in alto nel livello superiore del vano principale.\r\nLa grotta \u00e8 impostata secondo piani di discontinuit\u00e0 quali stratificazione e fratture della roccia, ampliata da piccoli fenomeni di crollo.","PERCORRIBILITA":"FACILE","recordinsert":"2010-07-10 01:30:25","recordupdate":"2013-07-24 10:46:02","username":"admin","userupdate":"alessandrovernassa","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","ANDAMENTO":"ORIZZONTALE","verificata":"X","data_verifica":"2012-04-09","photo1":"P4090007.JPG"}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
alessandrovernassa
Ultima modifica dei dati
24/07/2013

Coordinate:

Schede storiche Issel:

Documentazione Delegazione Speleologica Ligure

la visualizzazione della documentazione DSL è riservata ai curatori, eseguire il login per visualizzare le schede

Scarica scheda per l'aggiornamento