LI1048

GROTTA DEL SALOTTO

Altre denominazioni
SPRUGOLA DEL SALOTTO
Primo censitore
BERNARDI G./CAVALLO C./GIORDANI A.
Regione
LIGURIA
Provincia
SP
Comune
AMEGLIA
Località
MONTEMARCELLO-ZEZZIGGIOLA
Dimensioni
Sviluppo reale
112.54
Sviluppo planimetrico
70.4
Estensione
0
Dislivello positivo
0
Dislivello negativo
-61
Dislivello totale
61
Posizione dell'ingresso
Latitudine
4877566
Longitudine
1576497
Tipo di coordinate
Gauss Boaga Zona 1
Tipo coordinate originali
Gauss Boaga Generiche
Quota altimetrica
190
Quota GPS
0
Valutazione dato
BARBAGELATA
Cavità archeologica
No
Cavità marina
No
Rischio ambientale
No
Gruppi
GRUPPO SPELEOLOGICO C.A.I. BOLZANETO
Note

RILIEVO
Descrizione
E' costituita da una grande diaclasi, interrotta a vari livelli da massi, per lo più molto instabili, che ne rendono pericoloso l'accesso. L'ingresso (m 12 x 3,5) si apre verso l'alto e vi si accede facilmente dal lato Est. La base di questa forra (che ad Ovest raggiunge la profondità di circa 10 m) è costituita da massi ricoperti in buona parte dai detriti caduti dal bosco soprastante e da terriccio. Ospita una ricca fauna legata all'ambiente del sottobosco. Tramite un salto di una dozzina di metri si accede ad una prima stanza il cui pavimento è costituito in buona parte da massi e che comunica tramite diversi piccoli pozzi con il vano sottostante. Data l'instabilità di molti massi (anche di grandi dimensioni) presenti ovunque, non ci è sembrato opportuno proseguire l'esplorazione che, in diversi punti, anche del fondo, sarebbe possibile effettuare. (12 dicembre 1982)
Itinerario
Procedendo da Montemarcello verso Lerici, raggiungere il punto in cui la strada, passando in una valletta, cambia pendenza (circa un chilometro da Montemarcello). Da questo punto sono visibili in direzione 250°N alcuni pini marittimi più alti delle altre piante della zona: La grotta si apre pochi metri a NNE da questi pini. E' consigliabile proseguire ancora per duecento metri lungo la carrozzabile poichè di lì è più agevole raggiungere la zona grazie ad alcuni sentieri.
Fauna
Quà e là sono presenti accumuli di guano, anche di un certo rilievo (3 esemplari di Rhinolophus Ferrumequinum Schreber (12.12.1982).
La fauna sotto le pietre non sembra essere molto abbondante ed è formata in buona parte da Diplopodi, Aracnidi e da qualche Isopode.
{5f0355943f11a_"REGIONE":"LI","PROV":"SP","NUM":"1048","SPECIF":"1","DATAGG":null,"DRILEV":"2000-01-01","NOME":"GROTTA DEL SALOTTO","SINON":"SPRUGOLA DEL SALOTTO","RAS":"N","COMUNE":"AMEGLIA","LOCAL":"MONTEMARCELLO-ZEZZIGGIOLA","ACAR":"MONTEMARCELLO","ACARCOD":"SP37,SP37","FM":null,"FMCOD":null,"AGE":null,"SVILRE":"112.54","SVILPLAN":"70.4","ESTEN":"0","DPOS":"0","DNEG":"-61","DTOT":"61","TC_01":"Gauss Boaga Generiche","latitude":"4877566","longitude":"1576497","DC_01":"96 III SO AMEGLIA","SC_01":null,"AE_01":"0","QA_01":"190","QC_01":null,"VD_01":"BARBAGELATA","IDRO":null,"RILEVATORI":"BERNARDI G.\/CAVALLO C.\/GIORDANI A.","GRADORIL":null,"GRUPPI":"GRUPPO SPELEOLOGICO C.A.I. BOLZANETO","NOTE":null,"NOTE2":"RILIEVO","RCS":null,"ITINERARIO":"Procedendo da Montemarcello verso Lerici, raggiungere il punto in cui la strada, passando in una valletta, cambia pendenza (circa un chilometro da Montemarcello). Da questo punto sono visibili in direzione 250\u00b0N alcuni pini marittimi pi\u00f9 alti delle altre piante della zona: La grotta si apre pochi metri a NNE da questi pini. E' consigliabile proseguire ancora per duecento metri lungo la carrozzabile poich\u00e8 di l\u00ec \u00e8 pi\u00f9 agevole raggiungere la zona grazie ad alcuni sentieri.","DESCRIZIONE":"E' costituita da una grande diaclasi, interrotta a vari livelli da massi, per lo pi\u00f9 molto instabili, che ne rendono pericoloso l'accesso. L'ingresso (m 12 x 3,5) si apre verso l'alto e vi si accede facilmente dal lato Est. La base di questa forra (che ad Ovest raggiunge la profondit\u00e0 di circa 10 m) \u00e8 costituita da massi ricoperti in buona parte dai detriti caduti dal bosco soprastante e da terriccio. Ospita una ricca fauna legata all'ambiente del sottobosco. Tramite un salto di una dozzina di metri si accede ad una prima stanza il cui pavimento \u00e8 costituito in buona parte da massi e che comunica tramite diversi piccoli pozzi con il vano sottostante. Data l'instabilit\u00e0 di molti massi (anche di grandi dimensioni) presenti ovunque, non ci \u00e8 sembrato opportuno proseguire l'esplorazione che, in diversi punti, anche del fondo, sarebbe possibile effettuare. (12 dicembre 1982)","FAUNA":"Qu\u00e0 e l\u00e0 sono presenti accumuli di guano, anche di un certo rilievo (3 esemplari di Rhinolophus Ferrumequinum Schreber (12.12.1982).\r\nLa fauna sotto le pietre non sembra essere molto abbondante ed \u00e8 formata in buona parte da Diplopodi, Aracnidi e da qualche Isopode.","recordinsert":"2010-07-10 01:32:18","recordupdate":"2015-03-22 21:37:51","username":"admin","userupdate":"gabriellagiordani","marina":"N","archeologica":"N","rischioambientale":"N","chiusa":"N","noteversione":"Fauna, Itinerario e Descrizione da Catasto Zoia","data_verifica":null}
Dati compilazione
Data importazione
10/07/2010
Utente che ha inserito i dati
admin
Utente che ha aggiornato i dati
gabriellagiordani
Ultima modifica dei dati
22/03/2015

Coordinate:

Bibliografia

1999MontemarcelloCAVALLO AndreaVisualizza
2001Nuove esplorazioni nell'area carsica di Montemarcello (SP)Gruppo Speleologico CAI BolzanetoVisualizza
2003Grotte e caverne della provincia della Spezia CAVALLO Carlo, MAGGIALI Giulio Visualizza

Schede storiche Issel - Aggiornamento Zoja:


Scarica scheda per l'aggiornamento