Nome ALTA VAL CHIARAVAGNA ACARCOD GE34 Provincia GE Bacino imbrifero CHIARAVAGNA, rio dei Corvi, rio Bianchetta Comuni Genova, Ceranesi Superficie interessata (ha) 199 Elementi ctr 10000 213.110 – 213.150 Quota massima 732 Quota minima 102.4 Inquadramento geografico L'area è costituita dal versante Est della Val Lencisa, Ca' di Bruzzi, Monte Torbi, Rio Barbaggio, prosegue stringendosi verso sud, Nia di Puli, Tujo, San Pietro ai Prati, Torrente Bianchetta. Inquadramento geologico L'area è costituita da affioramenti di Dolomia del Monte Gazzo, Calcari di Gallaneto e Calcari di Lencisa, che si estendono in una stretta fascia orientata N-S a contatto con serpentiniti e metagabbri. Nella parte più a nord tra la Tana do Cimin e la tana de Turbi sono presenti alcuni sprofondamenti e piccole doline nella zona di contatto tra i calcari di Lencisa e la dolomia del Monte Gazzo. In questa zona si trovano cavità principalmente tettoniche; è tuttavia presente una risorgenza carsica nel rio Barbaggio. Proseguendo più a sud i calcari si restringono fino a poche decine di metri, interrotti da Lonejo a Ca di Puli da Metagabbri; riaffiorano in località Fornace, stringendosi nuovamente fino a Tujo superiore.
Proseguendo verso sud, in località San Pietro ai Prati sono presenti due piccole risorgenze carsiche (alla quota 315m) in prossimità dell'ingresso del Buranco de Strie. Da qui gli affioramenti proseguono fino in località Panigaro, per poi unirsi all'area del Monte Gazzo. All'interno di Cava Ghigliazza è presente il Buranco da Pria Moia, probabile collettore delle acque provenienti dall'area del Monte Gazzo e si ipotizza anche delle acque provenienti dal Buranco de' Strie.
Caratteristiche speleologiche Nell' area sono attualmente conosciute 22 cavità naturali per uno sviluppo complessivo di 792.56 metri. Gli ingressi sono disposti in un area di 2.8 km x 0.66 km. Le grotte si sviluppano da quota 58 m s.l.m. fino alla quota di 501 m s.l.m. in corrispondenza dell'ingresso della Grotta Di Case Tuio Superiore.
L'ingresso più basso corrispondente al Buranco Da Pria Moia si trova a quota 103 m s.l.m..
La cavità di maggiore sviluppo e dislivello è il Buranco de Strie il cui ingresso si apre nel comune di Genova.
Caratteristiche idrogeologiche (idrologia) Le risorgenze carsiche in località rio Barbaggio e in località San Pietro ai Prati sono state censite ma richiedono ulteriori approfondimenti.
Recenti colorazioni hanno evidenziato il collegamento fra le acque circolanti all’interno della Pria Moia e una risorgenza in alveo poco a valle della grotta, unitamente ad una condotta artificiale sotto il piazzale di cava realizzata negli anni ’70 per drenare le acque di troppo pieno della grotta.
Non è stato ancora chiarito il dubbio sull’origine delle acque della Pria Moia: si ipotizza un collegamento con un inghiottitoio nel rio poco più a monte della grotta, riempito in occasione di lavori di sistemazione idraulica dell’alveo, ma resta aperta l’ipotesi di un possibile traforo che metta in contatto addirittura il Buranco de Strie con la Pria Moia.
Caratteristiche geomorfologiche (carsismo) Il buranco da' Pria Moia, all'interno della Cava Ghigliazza è parzialmente distrutto e l’entrata risulta ostruita da materiale di risulta della cava. Un accordo raggiunto con la direzione della cava ha permesso di salvaguardare ciò che resta della grotta, creando un accesso mediante galleria artificiale.
La grotta sul Torrente Bianchetta è attualmente recintata abusivamente ed utilizzata come discarica dall'abitazione vicina.
Il Buco del Tombino che si apre sull'alveo del torrente Bianchetta è attualmente ostruito dai detriti e dai fanghi della vicina Cava. Il pozzo dell'Inge e il pozzetto della Stalattite sono utilizzati come discarica per carcasse di animali.
Copertura vegetale e uso del suolo (ambiente) L'area ospita grotte di particolare interesse faunistico. In alcune delle cavità sono state rilevate Oxychilus draparnaudi, Gryllomorpha dalmatina, TRECHUS (Trechus fairmairei), Duvalius doderoi, GEOTRITONE DI STRINATI (Speleomantes strinatii), Abax parallelepipedus, Gryllomorpha dalmatina, Gryllomorpha dalmatina. Alcune grotte sono frequentate dal Rhinolophus ferrumequinum. Note/Osservazioni Alla luce degli aggiornamenti cartografici e delle nuove acquisizioni geologiche e geomorfologiche realizzate sul territorio a seguito della pianificazione territoriale in Liguria, si rende necessaria una nuova perimetrazione dell’area carsica, ritenuta insoddisfacente e non congrua alla realtà esistente già in occasione della mappatura delle aree carsiche realizzata per la L.R. 14/90.
Necessaria una validazione completa secondo gli standard odierni dei posizionamenti delle grotte fino ad oggi note. Necessaria anche una verifica dei rilievi delle grotte compatibilmente con l’attività estrattiva a tutt’oggi praticata in alcuni settori dell’area carsica.
Necessarie le colorazioni in alcuni corsi d’acqua ipogei allo scopo di individuare le direzioni di circolazione e le aree di ricarica, informazioni fondamentali per la salvaguardia della risorsa idrica di tipo carsico, potenzialmente oggetto di inquinamento da parte dell’attività di cava e di deposito e smaltimento degli scarti prodotti dall’estrazione dei materiali lapidei.
La nuova riperimetrazione dovrebbe tenere conto dell’aggiornamento della cartografia geologica regionale.
Necessaria una validazione completa secondo gli standard odierni dei posizionamenti delle grotte fino ad oggi note.
Necessaria anche una verifica dei rilievi delle grotte compatibilmente con le aree private presenti in alcuni settori dell’area carsica. La nuova riperimetrazione dovrà tenere conto delle seguenti cavità che risultavano fuori dai confini dell'area:
Caratteristiche geolitologiche Dolomia del Monte Gazzo, Calcari di Gallaneto e Calcari di Lencisa Altre caratteristiche Prevalenza di bosco e di cespuglieti Attività agricole e silvicole in uso sia permanente sia saltuario. Bibliografia Rassegna speleologica Italiana: Esplorazione di una nuova cavità a pozzo nei dintorni di Genova: il Buranco de Strie , anno:1959
MAIFREDI Pietro, RIBALDONE Giovanni Battista
Notiziario C.A.I. Sezione Ligure: Prospettive di esplorazione di grotte e di ricerche speleologiche in Liguria , anno:1961
DINALE Giovanni
Stalattiti e Stalagmiti: Erpetofauna del Buranco de Strie , anno:1970-1971
MASSA Sebastiano
Notiziario speleologico: Una spedizione al "Buranco de Strie" , anno:1971
MARZIO Carlo, MARZIO Carmen
Speleorama: La scoperta e l'esplorazione del "Buranco da Pria Moia" , anno:1975
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: La scoperta e l'esplorazione del pozzo "Renato Viganego" , anno:1975
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: Grotta inferiore della Bianchetta; un'interessante prosecuzione? , anno:1976
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: Grotta di Tuio , anno:1980
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: La grotta del Calabrese, una cavità per soli strettoisti , anno:1980
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: La "grotta delle Ossa" rotte , anno:1980
Speleo Club Ribaldone
Speleorama: Grotta "Costa di Serra" , anno:1980
Speleo Club Ribaldone
Gruppo Speleologico CAI Bolzaneto: Buranco de Strie (315 Li) Ramo Nuovo , anno:1981
SCHIAFFINO Gian Maria
Bollettino G.S. Imperiese C.A.I.: Lepidotteri ditteri, diplopodi e... e di tutto un po (ricerche biospeleologiche) , anno:1985
BONZANO Claudio, REDA BONZANO Beatrice
Guida Speleologica Ligure: Le nostre grotte , anno:1987
BIXIO Roberto, CULOTTA Nadia, DE BIASI Mario, FERRI Giuseppe, FORTI Paolo, LECCIOLI Sergio, MAIFREDI Pietro, MAINERI Dario, MAIOLINO Luciano, MASSUCCO Rinaldo, ODETTI Giuliva, PAGANO Leandro, REPETTO Francesco, ZOIA Stefano
Speleorama: Esplorare in Alla Val Chiaravagna , anno:1992
DE BIASI Mario
Speleorama: Recenti Esplorazioni: Buranco de Strie , anno:1992
LO GIUDICE Edo, POZZO Massimo
Speleorama: La Grotta del Tasso , anno:2007
Alessandro Vernassa
Speleorama: Esplorazione al Buranco de' Strie , anno:2007
Riccardo Barbero
Speleorama: Corso di introduzione alla Speleologia , anno:2007
Erica Parodi
Speleorama: Esplorazione al Buranco de' Strie - Rami Nuovi , anno:2007
Riccardo Barbero
Immagine

Bibliografia

  • .Rassegna speleologica Italiana:  Esplorazione di una nuova cavità a pozzo nei dintorni di Genova: il Buranco de Strie , anno:1959
    MAIFREDI Pietro, RIBALDONE Giovanni Battista
  • .Gruppo Speleologico CAI Bolzaneto:  Buranco de Strie (315 Li) Ramo Nuovo , anno:1981
    SCHIAFFINO Gian Maria
  • .Notiziario speleologico:  Una spedizione al "Buranco de Strie" , anno:1971
    MARZIO Carlo, MARZIO Carmen
  • .Stalattiti e Stalagmiti:  Erpetofauna del Buranco de Strie , anno:1970-1971
    MASSA Sebastiano
  • .Speleorama:  La scoperta e l'esplorazione del "Buranco da Pria Moia" , anno:1975
    Speleo Club Ribaldone
  • .Speleorama:  Il complesso carsico della val Chiaravagna , anno:1975
    Speleo Club Ribaldone
  • .Speleorama:  La scoperta e l'esplorazione del pozzo "Renato Viganego" , anno:1975
    Speleo Club Ribaldone
  • .Speleorama:  Grotta di Tuio , anno:1980
    Speleo Club Ribaldone
  • .Speleorama:  La grotta del Calabrese, una cavità per soli strettoisti , anno:1980
    Speleo Club Ribaldone
  • .Speleorama:  Esplorare in Alla Val Chiaravagna , anno:1992
    DE BIASI Mario
  • .Speleorama:  Recenti Esplorazioni: Buranco de Strie , anno:1992
    LO GIUDICE Edo, POZZO Massimo
  • .Speleorama:  Fattore S , anno:1993-1996
    PEDEVILLA Carlo

Grotte conosciute in quest'area: 22


305 GROTTA DELLA GIANCHETTA SV.R.60 SV.PL. ES.0 P.7 wgs84: 44.44905138N 8.84925881E Q.107
311 GROTTA SUPERIORE DELLA GIANCHETTA SV.R.65 SV.PL.60 ES. P.6 wgs84: 44.450333333333N 8.8491944444444E Q.190
315 BURANCO DE STRIE SV.R.225 SV.PL.46 ES.0 P.140 wgs84: 44.461305555556N 8.8453333333333E Q.340
316 GROTTA III DELLA GIANCHETTA SV.R.7 SV.PL. ES. P.2 wgs84: 44.44906519N 8.84922943E Q.120
317 GROTTA DELLA CHIESA SV.R.6 SV.PL. ES. P. wgs84: 44.463388888889N 8.8452777777778E Q.375
318 POZZO DI COSTA COPPA SV.R.8 SV.PL.2 ES.0 P.7 wgs84: 44.45917651N 8.84506249E Q.333
319 GROTTA DI CASE TUIO INFERIORE SV.R.29.5 SV.PL.27.31 ES.24 P.10.4 wgs84: 44.469555555556N 8.8439722222222E Q.445
320 POZZETTO DELLA STALATTITE SV.R.5.16 SV.PL.1.4 ES.1.75 P.5.2 wgs84: 44.469944444444N 8.8442777777778E Q.468
321 GROTTA DI CASE TUIO SUPERIORE SV.R.9.9 SV.PL.8.6 ES.8 P.4 wgs84: 44.472444444444N 8.8422222222222E Q.501
367 GROTTA DELLA CAVA DELLA GIANCHETTA SV.R.11 SV.PL.0 ES.0 P.0 wgs84: 44.448661111111N 8.8483527777778E Q.163
944 POZZETTO SUL TORRENTE BIANCHETTA SV.R.10 SV.PL. ES. P.10 wgs84: 44.44931519N 8.84909053E Q.110
945 BURANCO DA PRIA MOIA SV.R.200 SV.PL. ES. P.45 wgs84: 44.447277777778N 8.8501388888889E Q.103
1632 POZZO DEGLI OCCHIALI SV.R.12.4 SV.PL.0 ES.0 P.5 wgs84: 44.471555555556N 8.8431944444444E Q.470
1633 GROTTA DELLE OSSA ROTTE SV.R.12 SV.PL. ES. P.5 wgs84: 44.47125N 8.8432222222222E Q.470
1634 BURANCHINO DI SOPRA SV.R.5 SV.PL.0 ES.0 P.5 wgs84: 44.462083333333N 8.8458055555556E Q.
1635 GROTTA DELLE CASTAGNE SV.R.8 SV.PL. ES. P.4 wgs84: 44.460833333333N 8.8461111111111E Q.345
1636 BUCA DEL SENTIERO SV.R.6 SV.PL. ES. P.1 wgs84: 44.45820426N 8.84506251E Q.338
1637 POZZO RENATO VIGANEGO SV.R.55 SV.PL.20 ES. P.38.8 wgs84: 44.45792649N 8.84617365E Q.345
1639 GROTTA COSTA DI SERRA SV.R.0 SV.PL.0 ES.0 P.0 wgs84: 44.44903742N 8.85061835E Q.143
1802 UNDER 45 KG SV.R.31 SV.PL. ES. P.8 wgs84: 44.458N 8.8455E Q.345
1851 BOCCA DEL LEONE SV.R.10 SV.PL. ES. P. wgs84: 44.45009912N 8.84781841E Q.190
1852 GROTTA DI CAPODANNO SV.R.5 SV.PL. ES. P. wgs84: 44.45232137N 8.8472628E Q.200